Cycling Team Friuli pronto al debutto!

Coppa San Geo e Firenze Empoli nel mirino del bianco-nero Cycling Team Friuli che ha lavorato "a distanza" nel corso dell'inverno

Elia Alessio (Cycling Team Friuli) © Riccardo Scanferla - Photors.it
Elia Alessio (Cycling Team Friuli) © Riccardo Scanferla - Photors.it

Cycling Team Friuli pronto al debutto!

Coppa San Geo e Firenze Empoli nel mirino del bianco-nero Cycling Team Friuli che ha lavorato “a distanza” nel corso dell’inverno

Doppio esordio per il Cycling Team Friuli che sabato 27 febbraio si dividerà in due per essere protagonista in Lombardia e in Toscana in occasione dell’inizio della stagione 2021.

Il gruppo forte delle migliori ruote veloci, farà rotta verso la classica d’apertura Lombarda, la Coppa San Geo, che si correrà in provincia di Brescia e potrà contare su: Matteo Donegà e Mattia Garzara spalleggiati da Pietro Aimonetto, Elia Alessio, Davide De Cassan, e dai friulani Matteo Vettor e Nicolò Buratti.

150,200 i chilometri da percorrere con partenza da Calcinato e arrivo a San Vito di Bedizzole (Bs) con un epilogo in leggera ascesa che nel recende passato ha proposto un arrivo a ranghi compatti. A dirigere il team bianconero nelle vesti di Direttore Sportivo sarà il Prof. Alessio Mattiussi.

Il secondo gruppo agli ordini dei proff. Andrea Fusaz e Fabio Baronti farà rotta in Toscana per la Firenze-Empoli: si tratta di una prima assoluta per il team friulano che non ha mai preso parte alla classica toscana.

Percorso un po’ più impegnativo rispetto a quello della Coppa San Geo che vedrà protagonisti Riccardo Carretta, Andrea De Biasi, Martin Nessler, Gabriele Petrelli, Edoardo Sandri, Andrea Pierobon e il campione Croato Juniores Fran Mihjlievic al debutto in Italia.

Il debutto di ogni stagione porta sempre con sé un po’ di emozione ma siamo certi che abbiamo lavorato bene pur con le difficoltà dovute alla pandemia. Purtroppo quest’anno abbiamo rinunciato a parecchi ritiri collegiali, anche per una questione etica e di vicinanza al mondo reale che vede limitate le possibilità di ritrovo” ha spiegato il ds Renzo Boscolo. “Nonostante ciò i ragazzi hanno lavorato bene, assistiti dallo staff di CTFLAB e continuamente monitorati anche a distanza. Sabato vedremo il risultato di questo lavoro confidando che i ragazzi avranno la determinazione e le qualità per ottenere delle ottime prestazioni. Ne approfittiamo sin d’ora per fare un plauso agli organizzatori che, anche in periodi difficili come questi, riescono a proporre comunque manifestazioni sportive di altissimo livello come quelle che ci attendono in questo fine settimana“.

Ricevi tutte le news su Telegram


Link sponsorizzato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here