#PillolediGiro – Prima Tappa

Nasce in concomitanza con la partenza del Giro d'Italia e in collaborazione con il sito internet La Giornata Sportiva la rubrica quotidiana #PillolediGiro che ci accompagnerà attraverso le 21 tappe della corsa rosa con aneddoti che caratterizzano la corsa stessa o le località dove essa si svolge. Non mancherà però un occhio di riguardo alla tappa in programma, con le caratteristiche del percorso e la programmazione TV

Nasce in concomitanza con la partenza del Giro d’Italia e in collaborazione con il sito internet La Giornata Sportiva la rubrica quotidiana #PillolediGiro che ci accompagnerà attraverso le 21 tappe della corsa rosa con aneddoti che caratterizzano la corsa stessa o le località dove essa si svolge. Non mancherà però un occhio di riguardo alla tappa in programma, con le caratteristiche del percorso e la programmazione TV

102° Giro d’Italia (2.UWT)

Tappa 1 (ITT)  »  Bologna  ›  Madonna di San Luca   (8km)

Il Giro d’Italia prenderà il via nel tardo pomeriggio di Sabato 11 Maggio con la cronometro di Bologna che si concluderà nei pressi del Santuario di S. Luca. Traguardo classico del Giro dell’Emilia. Il Giro d’Italia è stato ospite all’ombra delle due torri in 22 occasioni, l’ultima risale però al 1994, e anche allora si trattava della Partenza del Giro d’Italia con due semitappe. La prima al mattino di 86km si era conclusa in volata con la vittoria di Endrio Leoni davanti a Lombardi e a Baffi. Nel pomeriggio si era svolta una cronometro di 7 km che si aggiudicò il francese De Las Cuevas, secondo colui che poi vinse quel Giro, cioè Eugenj Berzin, terzo Miguel Indurain.

La sede d’arrivo invece è stata raggiunta dalla corsa rosa solo in tre occasioni. Nel  1956 in una cronometro di 2450 metri si impose Charly Gaul, davanti a Bahamontes e Buratti. Gaul vinse poi quel Giro indossando la maglia rosa nella diventata leggendaria terzultima tappa con l’arrivo sul Monte Bondone. Nel 1984 si trattò di una tappa in linea di 110km partita da Bologna è ad imporsi fu Moreno Argentin con 2” di distacco su Fignon, colui che poi risulterà il grande battuto nel finale di Verona, terza piazza per lo spagnolo Rodriguez. L’ultima apparizione della corsa rosa accanto al Santuario caro ai bolognesi risale al 2009 quando al termine della Campi Bisenzio- Bologna (S. Luca) arrivò in solitaria Gerrans. Seconda piazza dopo 12” per lo svizzero Ruben Bertogliati, terzo Gavazzi.

@LaGiornataSportiva/M.P.

L’edizione numero 102 della Corsa Rosa prende il via oggi con una Cronometro Individuale a Bologna.
Presentata la campagna Giro-ACI #rispettiamoci

Il primo corridore a partire nella crono sarà Tom Dumoulin (Team Sunweb) alle 16:50, mentre l’ultimo corridore, Salvatore Puccio (Team INEOS), partirà alle 19:45. L’ordine di partenza può essere scaricato da questo link.

Nella tappa di oggi, la lista dei corridori dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon può essere scaricata da questo link.

METEO
Bologna (16:50 – Partenza primo corridore): nuvole sparse, 22°C. Vento: moderato NE – 18 km/h.
Bologna (San Luca – 20:00 – Arrivo ultimo corridore): pioggia, 19°C. Vento: moderato ENE – 14 km/h.

MAGLIE
Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel e Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani nato dopo il 1/1/1994, sponsorizzata da Eurospin.
NOTE: Abbuoni: Traguardi Volanti: 3″, 2″ e 1″ al 1º, 2º e 3º classificato. Traguardo finale: 10″, 6″ e 4″ al 1º, 2º e 3º classificato. Le tappe a cronometro (1, 9 e 21) non prevedono abbuoni. In tutte le altre tappe vi sarà solo un traguardo volante con abbuoni per tappa, con un massimo abbuono possibile di 13″. Il massimo abbuono possibile per l’intera corsa è di 234″.

Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo.
NOTE: Le tappe sono divise in categorie, a seconda della categoria vengono assegnati punteggi diversi:

  • categoria a): 3 – 5 – 10 – 11 -18
  • categoria b): 4
  • categoria c): 2 – 6 – 7 – 8 – 12
  • categoria d): 13 – 14 – 15 – 16 – 17 – 19 – 20
  • categoria e): 1 – 9 – 21

Agli arrivi di tappa verranno assegnati i seguenti punteggi:

  • Categoria a e b: (primi 15 classificati) 50, 35, 25, 18, 14, 12, 10, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1
  • Categoria c: (primi 10 classificati) 25, 18, 12, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1
  • Categoria d ed e: (primi 10 classificati) 15, 12, 9, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1

Ai traguardi volanti verranno assegnati i seguenti punteggi:

  • Primi 8 classificati: 12, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1

Il numero massimo di punti ottenibili individualmente è di 1013.

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum.
NOTE: A seconda delle categorie, le salite assegnano diversi punteggi. L’elenco delle salite del Giro d’Italia che assegnano punti per questa speciale classifica è il seguente:

CIMA COPPI
Passo Gavia (19).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 9 classificati): 50, 30, 20, 14, 10, 6, 4, 2, 1

GPM DI 1a CATEGORIA (8 in totale)
Montoso (12), Colle del Lys, Ceresole Reale-Lago Serrù (13), Verrogne, Colle San Carlo (14), Passo del Mortirolo (16), Passo Manghen, Monte Avena (20).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 8 classificati): 40, 18, 12, 9, 6, 4, 2, 1

GPM DI 2a CATEGORIA (12 in totale)
Coppa Casarinelle (6), Le Svolte di Popoli (7), San Marino (9), Pian del Lupo (13), Verrayes, Truc d’Arbe (14), Madonna del Ghisallo, Colma di Sormano (15), San Martino di Castrozza (19), Cima Campo, Passo Rolle, Croce d’Aune (20).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 6 classificati): 18, 8, 6, 4, 2, 1 

GPM DI 3a CATEGORIA (8 in totale)
San Luca (1), Montalbano (il Castra) (2), Monte della Mattera (8), Courmayeur (14), Civiglio (15), Terento/Terenten, Anterselva/Antholz (17), Passo di San Boldo (19).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 4 classificati): 9, 4, 2, 1

GPM DI 4a CATEGORIA (10 in totale)
San Baronto (2), Poggio l’Apparita (3), Manciano (4), Sezze (5), Monteluro, Gabicce Monte (8), Elvas (17), Pieve d’Alpago (18), Lamon (19), Torricelle (21).
Al passaggio saranno assegnati rispettivamente i punti (primi 3 classificati): 3, 2, 1

Il numero massimo di punti ottenibili individualmente è di 688.

PUNTI E ABBUONI IN PALIO
Durante la tappa ci saranno 15 punti per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti) e 9 punti per classifica della Maglia Azzurra (Gran Premio della Montagna). Non verranno assegnati abbuoni.

PERCORSO
Tappa 1 – Bologna-Bologna San Luca (Cronometro Individuale) 8,0 km – dislivello 250 m
Cronometro cittadina suddivisa nettamente in due parti: la prima di circa 6 km pianeggiante su strade ampie con poche curve, la seconda parte molto ripida di 2 km che porta al Santuario di San Luca.

Ultimi km
Finale molto impegnativo. A 2.100 m dall’arrivo la strada curva a U verso destra (curva molto stretta) e inizio della salita di San Luca. La salita alterna rampe severe (fino al 16%) a brevi tratti attorno all’8-9%. La carreggiata è ristretta e costeggia (oltrepassandolo in ampie arcate) un chiostro in salita fino al Santuario. Dopo il primo passaggio sotto il chiostro in corrispondenza a una doppia curva (“le Orfanelle”) si registra la pendenza massima. Breve retta di arrivo (90 m) larga 5 m su fondo in asfalto.

La Tappa in TV:

Si è svolta questa mattina al Quartier Generale di FICO Eataly World una conferenza stampa organizzata da ACI – Automobile Club d’Italia – a tema Sicurezza Stradale sulle attività di ACI al Giro 102 e sulla campagna #rispettiamoci con Angelo Sticchi Damiani,  Presidente ACI, Ivan Basso, vincitore Giro d’Italia 2006 e 2010, e Paolo Bellino, Amministratore Delegato RCS Sport.

Da sinistra: Paolo Bellino, Angelo Sticchi Damiani e Ivan Basso – Foto LaPresse

Paolo Bellino: “Il tema delle sicurezza in bicicletta è veramente fondamentale: l’educazione civica è alla base della coesistenza, non è un tema esclusivamente di sicurezza ma di civiltà. Faremo con ACI una serie di attività quotidiane in partenza e in arrivo. Con la campagna #rispettiamoci per la prima volta si ragiona insieme e non in contrapposizione ciclista-automobilista, questo credo sia il messaggio più importante di questa campagna”. 

Angelo Sticchi Damiani: “I numeri di incidenti che coinvolgono i ciclisti sulle nostro strade sono preoccupanti e vogliamo lavorare affinché questo non accada più, partendo dal coinvolgimento degli automobilisti. Distanza minima di 1.5 metri e diminuire la velocità quando si supera un ciclista sono la base. C’ė bisogno che tutti, le istituzioni nazionali e locali, noi come rappresentanza degli automobilisti e le istituzione del ciclismo, lavorino insieme per ridurre il numero di incidenti che coinvolgono i ciclisti, e quale momento migliore del Giro d’Italia per massimizzare l’attenzione?”.    

Ivan Basso: “Da tempo sono attento al tema della sicurezza stradale. Partecipo a questa campagna ACI con molto entusiasmo perchè il messaggio della campagna #rispettiamoci riflette come la strada sia di tutti, macchine, biciclette e pedoni e quindi deve essere condivisa in sicurezza”.

Ciclismo.SportGo è raggiungibile dai tanti appassionati delle due ruote anche su Telegram

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here