LUTTO NEL MONDO DEL CICLISMO: SI E’ SPENTO LANDO CAPPELLINI

Lando Cappellini, si è spento ieri a Pistoia all’età di 86. Lascia la moglie Carla ed i figli Nicola (ex ciclista dilettante di buon livello), Luca ed Arianna.

Lando e Carla Cappelllini con Ivano e Maria Pia Fanini

LUTTO NEL MONDO DEL CICLISMO: SI E’ SPENTO LANDO CAPPELLINI

Toscano Doc, e da sempre nel mondo del ciclismo, Lando Cappellini, si è spento ieri  a Pistoia all’età di 86.

Lascia la moglie Carla ed i figli Nicola (ex ciclista dilettante di buon livello), Luca ed Arianna.

Prima con la sua squadra Bottegone – Mobiexport, e successivamente a fianco di Ivano Fanini come sponsor (dalle squadre giovanili fino ai professionisti con la Polli – Mobiexport – Fanini nella quale militava il campione italiano Pierino Gavazzi), Cappellini ha lanciato centinaia di corridori. Sicuramente quelli che più si ricordano sono Francesco Moser (che con la maglia Mobiexport vinse la sua prima gara in Toscana, per poi proseguire con un filotto di successi che lo fecero passare professionista con la Filotex), e Mario Cipollini che invece indossò da giovanissimo la maglia Fanini – Mobiexport, vincendo praticamente tutto nelle varie categorie .

“Se ne va un mio grande e storico amico – esclama con profonda tristezza il patron di Amore & Vita – Prodir, Ivano Fanini – con Lando che è stato il primo importante sponsor, ho trascorso momenti indimenticabili di un avventura durata quasi 50 anni. Non potrò mai dimenticare quando con le rispettive famiglie andavamo tutti insieme alle corse a tifare per i nostri corridori. Ogni domenica era una vera gioia e spesso tornavamo trionfatori e festeggiavamo alla grande. Lando oltre ad essere un grande amante ed appassionato di ciclismo era anche un industriale di successo ma soprattutto era un grande uomo con al seguito una famiglia fantastica a cui sicuramente mancherà tantissimo ”. I funerali si terranno domani 29 Maggio alle ore 10 presso la Cappella della Misericordia di Pistoia, in via del Can Bianco.

Ciclismo.SportGo è raggiungibile dai tanti appassionati delle due ruote anche su Telegram

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here