DECIMO URRA’ PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: IN FRANCIA VINCE BELLETTI

Vittoria per la Androni Giocattoli-Sidermec con Manuel Belletti nella prima tappa del Tour de Bretagne Cycliste

DECIMO URRA’ PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: IN FRANCIA VINCE BELLETTI

Ancora una vittoria. A firmarla, dopo l’emozionante stoccata di Fausto Masnada ieri al Tour of the Alps, è Manuel Belletti. Il velocista romagnolo dell’Androni Giocattoli Sidermec ha vinto la tappa d’apertura del Tour de Bretagne in Francia, in scena oggi da Lorien a Inzinzac-Lochrist per 150 chilometri.

Belletti ha disputato una gran volata superando il belga Mertens, l’olandese Wippert, il francese Manzin e il connazionale Mozzato. Il gruppo aveva recuperato proprio a pochissimi metri dalla linea il francese Lecamus, a lungo in fuga e ormai vicinissimo al successo.

Belletti in Francia, dove naturalmente guida anche la classifica generale della corsa che si chiuderà il primo maggio, ha centrato la seconda vittoria della sua stagione dopo l’acuto al Giro di Sicilia. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, protagonista di un aprile eccezionale, è la decima vittoria del 2019.

Il Tour de Bretagne proseguirà domani con la seconda tappa da Bannalec a Quimperlé per 160 chilometri.

Sempre oggi, poi, Androni Giocattoli Sidermec sugli scudi anche nella quarta e penultima tappa (Baselga di Pinè a Cles) del Tour of the Alps. Mattia Cattaneo ha chiuso sesto, subito dietro a Chris Froome nel primo drappello (a 40″) che inseguiva i fuggitivi, nella frazione vinta dall’inglese Geoghegan della Sky in cui si è visto un Nibali in grande spolvero. Poco dietro al gruppetto dei migliori anche Fausto Masnada, sedicesimo al traguardo. In classifica generale, dove guida sempre Sivakov, Cattaneo è ora sesto a 1’03”. Nella top-20 anche Masnada e Florez. Domani chiusura con la Caldaro-Bolzano di 148 chilometri.

Sul grande momento dell’Androni Giocattoli Sidermec arriva il commento del team manager Gianni Savio: «Bravissimi sia i “francesi”, e in particolare Manuel Belletti, sia i “trentini”, con Mattia Cattaneo e Fausto Masnada alle spalle dei big. Tutti i corridori si sono dimostrati veri professionisti arrivando alle corse nella migliore condizione. Noi li abbiamo messi nelle condizioni di esprimersi al meglio, organizzando raduni in altura come l’ultimo effettuato sull’Etna».

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here