Coppi e Bartali: A Crevalcore una sorpresa firmata Ludovic Robeet

Finale a sorpresa a Crevalcore con la vittoria di Ludovic Robeet che ha preceduto i compagni di fuga Mikkel Bjerg e Jacopo Mosca

Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2019 - Crevalcore - L'arrivo della quarta tappa - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2019171,4 km - 30/03/2019 - - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2019

Coppi e Bartali: A Crevalcore una sorpresa firmata Ludovic Robeet

Finale a sorpresa a Crevalcore con la vittoria di Ludovic Robeet. Il belga della Wallonie Bruxelles, ha preceduto i compagni di fuga Mikkel Bjerg (Hagens Berman Axeon) e Jacopo Mosca (Nazionale Italiana).

Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2019 – Crevalcore – Il podio della quarta tappa – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2019

… e la fuga va… Finale a sorpresa a Crevalcore dove un manipolo di coraggiosi ha “rubato” la scena e la tappa ai velocisti in gara. Un manipolo di otto ben assortiti pedalatori nel vento che si è involato dopo 10 km dal via e si è reso irraggiungibile al gruppo lanciato alla sua caccia, pur scindendosi, quando mancavano circa 15km al traguardo e il loro vantaggio ormai inferiore al minuto, in due drappelli.

Una trentina, però sono stati i secondi ai quali ammontava vantaggio del trio all’avanguardia sulla linea d’arrivo. I loro nomi? Ovviamente Jacopo Mosca, uno cresciuto a pane, ciclismo e vento in faccia che, in gara con la maglia azzurra della nazionale, ha chiuso terzo, il danese Mikkel Bjerg della statunitense Hagens Berman Axeon, secondo sul traguardo e ovviamente il vincitore di giornata il belga classe ‘94 Ludovic Robeet della Wallonie Bruxelles. I restanti componenti della fuga, ovvero: Patryk Stosz (CCC Development), Lachlan Morton (EF Education First), Antonio Di Sante (Sangemini Trevigiani Mg K Vis), Simone Sterbini (Giotti Victoria), e Thibault Guernalec (Team Arkea Samsic), sono stati comunque capaci di andare ad occupare le restanti posizioni dell’ordine d’arrivo pur venendo accreditati dello stesso tempo del gruppo ormai sopraggiunto. Il primo “inseguitore” sul traguardo è quindi stato Manuel Belletti (Androni Giocattoli) nono su Emils Liepins (Wallonie Bruxelles) e il resto del gruppo.

Nonostante la piacevole sorpresa finale, la quarta tappa non ha intaccato le due leadership di Lucas Hamilton  che oltre alla maglia “E-R vince lo sport” di leader della generale, indossa anche quella “Felsineo” di miglior giovane. Invariate anche le altre classifiche: quella a punti (maglia “Selle SMP”) vede al comando Alexander Kamp (Riwal Readynez Cycling Team), quella degli scalatori (maglia “Sidi”) ha come leader Giovanni Visconti (Neri Sottoli – Selle Italia – Ktm).

L’ultimo atto della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, domani, ripropone quella che fu la tappa decisiva dell’edizione 2017: la Fiorano Modenese-Sassuolo vinta dal francese Lilian Calmejane (153 chilometri totali). L’ultima tappa si snoderà attraverso due differenti circuiti: il primo, di 26.3 km, caratterizzato dalla doppia ascesa al Monte Evangelo (pendenze tra l’8 e il 10%); il secondo, che conduce direttamente a Sassuolo e misura 23.4 km da ripetere per quattro volte, presenta l’ascesa al Valico di Fazzano (2 km al 16%), con l’ultimo scollinamento a 12 km dall’arrivo.

Una sintesi della tappa verrà trasmessa a partire dalle ore 17.00  su pmgsport.it, repubblica.ittuttobiciweb.itdirettaciclismo.it, mondiali.net, inbici.net, federciclismo.itcyclingpro.net/spaziociclismolapresse.itflobikes.com (Stati Uniti e Canada e America Latina, Asia, Australia e U.K), globalcyclingnetwork.com (Usa, Canada e America Latina), Eurosport player (Europa, Asia e Australia), e sulla pagina Facebook ufficiale @PMgliveSport.

La differita su Rai Sport andrà in onda alle ore 22.45.

@LaGiornataSportiva.It/Mario Prato

Ordine d’Arrivo quarta tappaClassifica Generale dopo quattro tappa

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here