UAE Team Emirates: Una formazione ambiziosa per l’UAE Tour

Una formazione ambiziosa per l’UAE Tour

La UAE Team Emirates si presenterà con una formazione di primissimo piano per la corsa di casa che debutterà per la prima volta nel panorama mondiale.

Nata dall’unione delle due corse a tappe che facevano capo a Dubai e Abu Dhabi, la UAE Tour toccherà tutti i sette Emirati che formano il Paese e si presenterà con un tasso tecnico importante  sotto il profilo altimetrico.
Ci sarà una cronometro a squadra, un arrivo impegnativo come Hatta Dam, tre frazioni per velocisti e due di montagna: il tradizionale arrivo di Jebel Hafeet, e l’inedito arrivo di Jebel Jais, una salita di 20 chilometri che emetterà il verdetto finale sulla classifica generale.

Daniel Martin: “Sono veramente contento di correre questa nuova corsa. E’ una nazione bellissima e per la prima volta potremmo scoprirla quasi interamente in una settimana di corsa. Abbiamo una formazione molto forte e la possibilità di giocarci la vittoria praticamente ogni giorno. Io sono partito per gli UAE in anticipo proprio per fare la ricognizione delle tappe di montagna. Nella mia ultima corsa, la Vuelta Valenciana, le sensazioni sono state molto buone. Ho pensato alla corsa negli UAE tutto l’inverno e quindi spero di poter ottenere il miglior risultato possibile. Ovviamente per un Team come il nostro questo significa cercare di vincere a tutti i costi. C’è un parterre di corridori di valore assoluto, questo significa quanto importante sia diventata questa gara. Noi correremo in maniera aggressiva con la speranza di arrivare al Top della classifica”.

Rui Costa: “Il nostro obiettivo è vincere. Saremo tre leader per la classifica generale e potremmo giocarci le nostre carte al meglio anche tatticamente. E’ sempre bello correre a casa dei nostri sponsor, dà motivazioni particolari. Poi io ho ricordi bellissimi del 2017 quando riuscii a vincere la classifica finale di quella che era l’allora Abu Dhabi Tour”.

Fernando Gaviria: “Sono motivato e concentrato per la nostra corsa di casa. Quest’anno sono partito molto bene in Argentina, poi ho avuto qualche problema di salute in Colombia, dovendo ritirarmi dopo appena due tappe. Spero di avere recuperato al 100% per poter puntare ad una vittoria che farebbe sicuramente molto felici i nostri sponsor e i nostri dirigenti”.

Corridori: Rui Costa (Por), Daniel Martin (Irl), Fernando Gaviria (Col), Alexander Kristoff (Nor), Vegard Laengen (Nor), Oliviero Troia (Ita), Diego Ulissi (Ita).

Direttori Sportivi: Joxean Fernandez Matxin (Spa), Marco Marzano (Ita), Neil Stephens (Aus).

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here