Il Premio MASTER MASTRUCCI CONSEGNATO ALL’UNITALSI Senigallia

Mons. Franco Manenti con le ‘dame’ Stefania Magagnini e Glenda Governatori

Premio Master Mastrucci

consegnato all’Unitalsi  Senigallia

Ricordando il ‘Master’: complesso e inimitabile personaggio delle due ruote,  che nella propria poliedricità si era anche distinto come “pellegrino dell’Unitalsi”.

L’opera dell’artista corridoniano Costantino Castorio è stata consegnata all’Unitalsi di Senigallia, nell’applauso generale.

Il Premio ‘Master Mastrucci’ 2019 ha focalizzato i meriti dell’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali della città adriatica.

 Questa la motivazione (un po’ criptica, nello stile del personaggio) in quattro versi: “Unitalsi Senigallia / Pellegrinaggio  Privilegiante / Condivisa Diversità Creativa / Interazione Etica”.

La cerimonia ha preso forma in memoria di colui che nel mondo del ciclismo marchigiano era stato ciclista precursore, quale corridore-granfondista, direttore sportivo – educatore (capace di condurre i crossisti al Tricolore e alla Nazionale), promotore, ispiratore (vedi il Progetto ‘Ruote e Cultura’), propulsore della scienza applicata allo sport.

Nella sede della Curia diocesana, a porgere il riconoscimento alla presidente Stefania Magagnini è stato monsignor Franco Manenti, vescovo di Senigallia, affiancato da don Stefano Conigli e Glenda Governatori (testimoni di quella coraggiosa generosità estroversa senza limiti e confini di cui era ‘campione’ Pierluigi, loro ‘concittadino’ sul colle della pedalatissima di Barbara).

Il tutto nel giorno in cui si è celebrata la Ricorrenza della Memoria liturgica della Beata Vergine Maria di Lourdes e della Giornata Mondiale del Malato.

Tema: ‘Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date’.

Nello specifico della dedizione allo sport, è stata ribadita l’urgenza della formazione dei bambini, degli adolescenti e dei giovani (come il ‘mastrucciano’ progetto BiciScuola da anni sostiene e documenta).

Fondamentale l’accento posto sulla  sicurezza, per salvaguardare tutti  coloro che praticano lo sport della sella (dagli agonisti amatori ai cicloturisti) o che vivono la bicicletta in termini preventivi e terapeutici.

Del ‘Master’ si è ricordata anche l’insistenza sulla multidisciplinarità e sul fuoristrada in particolare: solo lui e pochi altri profetizzavano l’importanza e lo sviluppo del ciclocross (che solo a Senigallia avrebbe condotto ottocento iscritti in sede di tappa d’apertura del Giro d’Italia, nell’ottobre scorso).

TVRS           (CANALE 11 – streaming):  Martedì 12 febbraio (ore             19,35), Mercoledì 13 febbraio  (ore   10   e   13,35) 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here