NUOVI PIATTI DEDICATI AI CAMPIONI DELLO SPORT DEL PEDALE

Il mastro vetraio Gabriele Urban e il masterchef Rocco Iacob

DUE AMICI UNITI DALLA GRANDE PASSIONE PER IL CICLISMO, IL MASTRO VETRAIO DI MURANO, GABRIELE URBAN ED IL MASTERCHEF DI OLMO DI MIRA, ROCCO IACOB,
PRONTI PER LE NUOVE SFIDE DEL FINALE DI STAGIONE CON LA REALIZZAZIONE DI NUOVI PIATTI DEDICATI AI CAMPIONI DELLO SPORT DEL PEDALE

Unire le forze per rilanciare l’arte della lavorazione del vetro al gusto della cucina veneziana. E’ lo slogan lanciato da due celebri personaggi dei settori: il mastro vetraio Gabriele Urban, titolare della “Fornasotta” della celeberrima Isola di Murano e dal masterchef, Rocco Iacob del Ristorante-Albergo “Do Ciacole” (due chiacchiere in dialetto veneziano) di Olmo di Mira, uniti dalla grande passione per il ciclismo. I due, amici di famiglia, hanno avviato una collaborazione che ha anche tra gli obiettivi quello di far fronte alla crisi che sta vivendo in questo particolare momento il vetro dell’isola di Murano (Venezia) senza mai dimenticare quelli che sono gli eventi che uniscono gli appassionati dello sport.

  Infatti tutte le pietanze preparate da Iacob (impegnato nella ristorazione da oltre 50 anni, ha operato all’estero ed è stato titolare del celebre locale ‘alla Bissa’ di Mestre) vengono proposte su piatti di vetro di Murano unici ed inediti tutti diversi l’uno dall’altro nei colori e nelle forme lavorati dallo stesso Urban e che rappresentano, con l’aggiunta delle varie pietanze, autentiche opere d’arte come “‘Le schie alla Rococò’, ‘i tagliolini con le moeche’ ed ‘il pesce crudo'” invenzione dello stesso Iacob.

  I piatti con le pietanze da loro contenute sotto certi aspetti rappresentano anche i momenti belli della vita come quelli che i campioni di tutti i tempi vivono quando raggiungono i loro obiettivi e che poi li fanno rivivere ai loro tifosi.

  “All’inizio – ha raccontato il masterchef Iacob – siamo partiti in punta di piedi e abbiamo dedicato il nuovo abbinamento alle signore. Iniziativa che ha subito trovato tanti consensi e che ci ha spinto ad estenderla”.

  Urban, che è un grande amico dell’Unione Ciclistica Mirano diretta da Paolo Bustreo, lavora nella fornace da 52 anni ed esporta i propri lavori in tutto il mondo. L’iniziativa, unica nel suo genere, è partita da Urban e da Iacob quasi per gioco. A rendere più suggestiva la collaborazione il casolare del 1500 di Olmo di Mira che ospita “Do Ciacole” di grande valore storico che è stato completamente restaurato e dispone di ogni comfort e che chiama a raccolta i grandi appassionati dello sport del pedale.

  Lo stesso mastro Gabriele Urban si diverte a preparare i propri capolavori in occasione dei grandi eventi come quello di venerdì sera per la classicissima Notturna Ciclistica Città di Mirano, nata nel lontano 1968. Per questo evento lo stesso ha preparato un inedito Trofeo che è stato consegnato ai vincitori della spettacolare gara e che si è già messo al lavoro per preparare quello inedito dedicato al finale di stagione per l’Unione Ciclistica Mirano che si accinge ad affrontare il 50° anno di attività.

Francesco Coppola

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here