PRESENTATA LA 22^ EDIZIONE DEL PRESTIGIO D’ORO-ALÉ

Prestigio d'Oro
Gli Organizzatori delle gare (Foto Coppola)

PRESENTATA LA 22^ EDIZIONE DEL PRESTIGIO D’ORO-ALÉ. IL CIRCUITO CON LE SUE DIECI PROVE COINVOGERA’ VENETO E LOMBARDIA E SEI PROVINCE.

IN CALENDARIO ANCHE LE GARE CHE ASSEGNERANNO I TITOLI SU STRADA ELITE ED UNDER DELLE DUE REGIONI.

PREMIATI IL VICE DIRETTORE DELLA GAZZETTA DELLO SPORT, PIER BERGONZI E MATTEO TOSATTO PRIMO VINCITORE IN ASSOLUTO NEL 1996 DEL CHALLENGE

Dieci tappe programmate in due regioni (Lombardia e Veneto) che coinvolgeranno sei province (Mantova, Brescia, Verona, Venezia, Treviso e Padova). Sono i numeri che caratterizzano la 22^ edizione del Prestigio di’Oro, il popolare circuito riservato ai corridori delle categorie elite, under e ai loro direttori sportivi voluto da Agostino Contin. Il Challenge, che nelle 21 precedenti edizioni è stato affiancato dalla Fiera del Riso di Isola della Scala, quest’anno godrà della sponsorizzazione e della collaborazione della APG Marchio Alè diretta da Alessia Piccolo.

  Il 22° Prestigio d’Oro-Alè è stato presentato ieri sera al Castello di Bevilacqua, in provincia di Verona, durante una cerimonia alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle varie società che organizzeranno le gare e gli amministratori comunali e dei vertici della Federazione Ciclistica Italiana.

  Tra loro i consiglieri nazionali Corrado Lodi e Paolo Fantoni, il vice presidente del Comitato Veneto, Gialuca Liber e l’ex presidente Raffaele Carlesso. Il Circuito, che prenderà il via martedì 28 marzo da Ceresara (Mantova) con il 66° Gran Premio della Possenta-9° Memorial Enzo Bertoni e si concluderà dopo nove tappe il 14 settembre a Isola della Scala (Verona) con il 19° Gran Premio Fiera del Riso, assegnerà anche il 18° Gran Premio Direttori Sportivi Feltre Traslochi (voluto dal Cav. Paolo Negretti), il 14° Gran Premio Maglificio Antonella Club 88 (da Renato Giusti) e il riconoscimento destinato al settore femminile denominato “Un Mondo Rosa-Fluo” (da Alessia Piccolo).

  Il Circuito quest’anno ospiterà i due campionati regionali riservati agli elite e agli under: quello lombardo il 27 maggio a Botticino (Brescia) e quello veneto il 20 agosto a Conegliano (Treviso) curati rispettivamente dal Gs Pedale Botticinese e dal Gs Sanson.

  Ad inaugurare la serie degli interventi prima della presentazione delle varie tappe sono stati la vice sindaca del Comune di Bevilacqua, Paola Gonzato ed il padrone di casa e titolare del Castello di Bevilacqua, Roberto Iseppi. “Benvenuti e saluto i colleghi rappresentanti le Amministrazioni Comunali delle dici gare – ha osservato Gonzato dopo aver rivolto il saluto a nome della sindaca Fosca Falamischia – . Per noi è un grande onore avervi ospiti e vi ringraziamo per la passione che dedicate a questo bellissimo sport. Siete un esempio per i nostri giovani e auguro ad Agostino Contin, che si sta preparando ad organizzare anche la Festa dello Sport e la Pedalata, di continuare la tradizione con il Prestigio d’Oro, diventato un importante punto di riferimento”.

  E’ toccato poi allo stesso Contin, anima e mente del Challenge, portare il saluto e presentare gli ospiti. “Quest’anno per alcuni problemi il Prestigio d’Oro non avrà come sponsor principale la Fiera del Riso di Isola della Scala – ha detto – ma noi proprio per il rispetto e l’amicizia che ci lega da tantissimi anni all’Ente abbiamo deciso di mantenere il suo logo all’interno del gruppo. Posso affermare che gli organizzatori delle dieci gare sono degli autentici temerari perché con la grande e straordinaria passione che li anima sono diventati per noi delle autentici forze motrici del Challenge. Circuito che nonostante tutte le difficoltà di carattere economico da affrontare migliora di anno in anno”.

  “Sono felicissimo di avere tra i nostri ospiti personaggi come il vice direttore della Gazzetta dello Sport, Pier Bergonzi e l’ex professionista Matteo Tosatto – ha concluso – che rappresentano i punti di riferimento per il nostro sport”.

  E’ toccato poi a Gialuca Liber e ai consiglieri nazionali Corrado Lodi e Paolo Fantoni portare rispettivamente il saluto del Comitato Veneto e della Federazione Ciclistica Italiana. “Come in tutte le cose della vita ci sono i vari cicli – ha osservato Liber – ed il nostro augurio è quello che nel prossimo futuro la Fiera del Riso possa ritornare a far parte della squadra”.

  “Ringrazio gli imprenditori che affiancano gli organizzatori delle gare e consentono di continuare a tenere in vita il Prestigio d’Oro – ha detto dal canto suo Lodi – . Sono segnali importantissimi che ci consentono di guardare con fiducia al futuro”.

  Sulla stessa lunghezza d’onda il collega Fantoni. “Sono felice di essere tra voi – ha sottolineato – e porto il saluto ed i ringraziamenti del presidente della Federazione, Renato Di Rocco. Il ciclismo su strada non è il mio mondo perché provengo dal settore fuoristrada e posso affermare che la passione di Agostino Contin è straordinaria. Vedere due regioni e sei province collaborare per mantenere in vita una manifestazione ad altissimo livello è davvero stupendo”.

  Subito dopo gli interventi dei rappresentanti delle varie società organizzatrici è stato consegnato a Pier Bergonzi il Premio Fair Play-Cicli Liotto voluto dalla famiglia Liotto. “Grazie per il riconoscimento – ha osservato il vice direttore della Gazzetta dello Sport dopo aver ricevuto il premio da Pierfrancesco Liotto – . E’ da oltre trent’anni che seguo il ciclismo ed è per me  un onore riceverlo alla presenza di tanti campioni che come Renato Giusti, Sergio Bianchetto e Matteo Tosatto che ho auto modo di seguire, che hanno scritto e continuano a scrivere la storia del ciclismo. Il mio personale augurio e credo di interpretare il pensiero dei tantissimi appassionati di questo sport è quello di proseguire su questa strada e non arrendersi perché mollare sarebbe una sconfitta per tutti”.

  A conclusione della serata la premiazione per Matteo Tosatto che nel lontano 1996 si impose nella prima edizione del Prestigio d’Oro. A consegnargli i premi anche gli sponsor della sua squadra dei qui tempo, il Gs Tasselli Elematic. L’ex professionista, apparso piuttosto commosso per i festeggiamenti a lui dedicati, ha analizzato quelle che furono le sue straordinarie imprese prima di entrare a far parte tra i professionisti nella lista “dei grandi” del ciclismo italiano. Insieme a lui lo scopritore di talenti, Billi Ceresoli.

  La cerimonia delle premiazioni del 22° Prestigio d’Oro Alé è stata programmata il 18 ottobre sempre al Castello di Bevilacqua.

Francesco Coppola

  Queste le tappe del 22^ Prestigio d’Oro-Alè abbinato al 18° Gran Premio Direttori Sportivi Feltre Traslochi-14° Gran Premio Maglificio Antonella Club 88 e Un Mondo Rosa Fluo-Alè:

  1^ – il 28/3 – a Ceresara (Mantova) – 66° Gran Premio della Possenta-9° Memorial Enzo Bertoni (a cura dell’Uc Ceresarese);

  2^ – il 17/4 – a Bagnolo di Nogarole Rocca (Verona) – 72° Trofeo G. Visentini (Pedale Scaligero);

  3^ – il 22/4 – a Camponogara (Venezia) – 20° Memorial Carlo Valentini (Us Fausto Coppi Gazzera-Videa);

  4^ – il 27/5 – a Botticino (Brescia) – Gran Premio Valverde valido per il Campionato Regionale della Lombardia (Gs Pedale Botticinese);

  5^ – il 24/6 – a Roncolevà di Trevenzuolo (Verona) – 60° Gran Premio Roncolevà (Gs Sport Service);

  6^ – il 20/7 – a Bosco Chiesanuova (Verona) – 5° Gran Premio Città di Bosco Chiesanuova (Pedale Scaligero);

  7^ – il 20/8 – a Scomigo di Conegliano (Treviso) – 17° Trofeo Città di Conegliano valido per il Campionato Regionale Veneto (Gs Sanson);

  8^ – il 26/8 – a Vigonza (Padova) – 34° Gran Premio Città di Vigonza (Sc Vigonza Barbariga);

  9^ – il 12/9 – a Custoza (Verona) – 36° Gran Premio Il Custoza (Sc Polisportiva Caselle Rossetto);

10^ – il 14/9 – a Isola della Scala (Verona) – 19° Gran Premio Fiera del Riso (Vc Isolano).

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here