MOMENTO D’ORO PER SONNY COLBRELLI E LA BARDIANI-CSF: CONQUISTATA LA COPPA SABATINI

Coppa Sabatini 2016 - Sonny Colbrelli (Bardiani - CSF) - foto Luca Bettini/BettiniPhoto©2016

La Bardiani-CSF e Sonny Colbrelli hanno firmato una nuova impresa. Sul traguardo di Peccioli il bresciano ha conquistato oggi la 64ma edizione della Coppa Sabatini bissando così il successo del 2014. Colbrelli, sostenuto alla grandissima da tutti i suoi compagni, ha vinto nettamente la volata finale lasciandosi alle spalle Pasqualon (Team Roth) e Barbero (Caja Rural). Sesto centro stagionale per lui, nonchè record personale di successi in una stagione, e undicesimo per la Bardiani-CSF.

Questa tre giorni in Toscana pareva stregata” ha affermato Colbrelli. “Nelle due tappe del Giro non ci siamo mai risparmiati, abbiamo cercato di fare la corsa, ma la vittoria sfuggiva. Il timore oggi era patire la fatica, ma la voglia di far bene ha prevalso. I miei compagni meritano un plauso per il bellissimo lavoro che hanno fatto. Ci siamo presi la responsabilità della corsa nella fasi calde e la vittoria è il miglior riconoscimento che potessimo avere”.

Il successo odierno è solo l’ultimo di una striscia iniziata a febbraio con il GP di Lugano ma che ha vissuto il suo clou da agosto con due successi al Tour du Limousin, uno al Tour du Poitou-Charentes e la Coppa Agostoni.

Poco dopo il Tour de Pologne, riguardando i risultati ottenuti fino a quel momento, mi ero prefissato di chiudere la stagione vincendo almeno altre due corse. Ne sono arrivate cinque, ed è qualcosa che va oltre ogni più rosea previsione. Non è la prima volta che godo di una condizione così buona, ma ciò che sta facendo la differenza è il feeling con i compagni. Stanno andando forte, mi supportano e mi danno fiducia: sono le condizioni ideale per un corridore”.

“L’unico rammarico che ho riguarda il campionato europeo dove volevo e potevo fare meglio. Viste le prestazioni di questi giorni, l’unica spiegazione che posso dare è che sia stata una giornata storta”.

Nei programmi della Bardiani-CSF ora Giro dell’Emilia, GP Beghelli, Tre Valli Varesine, Milano-Torino, Gran Piemonte e Il Lombardia, ultimo atto della stagione. Eccezion fatta per la classica emiliana, la Milano-Torino e la “classica delle foglie morte”, Colbrelli sarà al via di tutte le prove.

“Sono tre nuove occasioni per fare bene e rendere il 2016 un’annata indimenticabile, sia per me sia per la squadra. E poi c’è un sogno nel cassetto, il Mondiale in Qatar. Vorrei convincere il CT Cassani con i fatti, con prestazioni di spessore, di poter essere un elemento utile alla causa azzurra”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here