#MilanoTorino – Vittoria Francese sul Colle di Superga

Miguel Angel Lopez, Thibaut Pinot, Alejandro Valverde (Photo LaPresse - Fabio Ferrari)

Vittoria Francese sul Colle di Superga

Per uno strano scherzo del destino, all’ombra della Basilica fatta erigere da Vittorio Emanuele II proprio per ringraziare la Vergine Maria per aver sconfitto le truppe francesi nel 1706, un rappresentante del ciclismo d’oltralpe si è aggiudicato la 99ª edizione della Milano-Torino.

Thibaut Pinot, un francese con la passione dell’Italia si è aggiudicato la Classica più vecchia del panorama ciclistico mondiale. I “galletti” non hanno mai avuto particolare feeling con la corsa che unisce due delle città simbolo del settentrione italiano. le uniche due vittorie precedenti portano il nome di Henry Pellissier nel 1911 e di Laurent Jalabert nel 1997. Ben poca cosa per una nazione ad alta vocazione ciclistica e per una corsa che è stata disputata per la prima volta il 25 maggio 1876.

Quanto fatto vedere oggi dal portacolori della Groupama-Fdj è stato il giusto coronamento del suo attuale stato di forma e lo candida a tutti li effetti come possibile protagonista per Il Lombardia di sabato prossimo. “Vincere finalmente una classica italiana è per me molto importante. – sono state le sue prime parole – Amo questa corsa. Se non fosse stato per la caduta a due chilometri dall’arrivo ci sarebbe stata più battaglia con Miguel Angel Lopez che era l’uomo da battere oggi, così come Valverde. Arrivare prima del Campione del Mondo è sempre un bel risultatoLa nostra tattica era di controllare tutte le fughe nel finale. – ha poi aggiunto il vincitore – David (Gaudu) era in un buon gruppo nella parte di pianura, poi gli ho chiesto di salire il più velocemente possibile. Quando mi ha dato spazio Lopez stava guardando indietro. A quel punto non potevo aspettare ed ho dato tutto fino alla fine. Avevo detto dopo La Vuelta che volevo avere il miglior finale di stagione possibile. Io non faccio calcoli su quale corsa voglio vincere. In realtà ci provo in tutte le corse, soprattutto in Italia perché mi piacciono. È difficile scegliere tra le corse a tappe e le gare di un giorno perché le trovo tutte belle ma, a mio parere, la Milano-Torino è la più bella delle semi-classiche. L’appetito per vincere mi rimarrà fino a Sabato per Il Lombardia, anche se quella sarà un altra storia

La corsa odierna conclusasi con il successo di Pinot si è accesa come consuetudine nell’approccio alla salita di Superga quando i quattro che animavano la fuga di giornata, Orsini, De Gendt, Neilands e Smit, avevano visto il loro vantaggio ridursi a solo 12″.

La salita del Colle tanto caro ai torinesi ha acceso le velleità di molti, ma soprattutto di Alejandro Valverde che in più di una occasione ha dato l’impressione di voler scrivere il suo nome nell’albo d’oro della Milano-Torino. Il murciano però nel momento topico non è riuscito a tenere le ruote sia di Pinot lanciato verso la vittoria sia del colombiano Miguel Angel Lopez desideroso di bissare il successo del 2016. Un soddisfatto Campione del Mondo ha così commentato guardando già all’appuntamento di sabato: “Sono contento di questo podio alla Milano-Torino. Sapevo sarebbe stato molto difficile vincere. Stavo bene sul primo passaggio da Superga e ho voluto rompere gli indugi per provare a farlo, forse sarebbe stato meglio stare un po’ più al coperto. Comunque sia andata, mi sono divertito! Thibaut Pinot oggi era molto forte, così come Miguel Angel Lopez. Senza la caduta i due si sarebbero dati più battaglia. Il mio risultato odierno mi da fiducia per Il Lombardia di sabato. Vincerlo? Non lo so ma ho buone gambe

Proprio il colombiano dell’Astana è stato suo malgrado protagonista di un episodio che sarà impossibile stabilire con la necessaria obiettività se abbia influito o meno sul risultato finale. Ai meno due alla fine a condurre la gara si trovavano con un cospicuo vantaggio sugli inseguitori: Thibaut Pinot, il compagno di squadra Gaudu, Alejando Valverde e Miguel Angel Lopez. Il colombiano che in quel momento si trovava in quarta posizione ha iniziato a risalire il quartetto nel medesimo istante in cui Gaudu si spostava lateralmente dopo aver svolto un lavoro encomiabile per il proprio capitano. L’impatto tra i due è stato inevitabile anche a causa del fatto che entrambi si erano distratti. Lopez risaliva curando Valverde, mentre il francese si è spostato voltando lo sguardo verso l’interno dove si trovava Pinot. Una caduta senza conseguenze ma che ha rotto il ritmo sia ai due finiti per terra sia a chi era scampato alla caduta ma che ha dovuto comunque rallentare e poi ripartire. Su quanto accaduto il portacolori del Team Astana si è così espresso: “La verità è che stavo molto bene, ma dopo la caduta ho dovuto accontentarmi del secondo posto. È successo in un istante mentre stavo guardando indietro perché Alejandro Valverde aveva un piccolo momento di crisi. Allo stesso tempo il compagno di squadra di Pinot [David Gaudu] si è spostato a destra e mi ha tirato giù. Da li ho mancato la vittoria di un soffio. Volevo davvero vincere la mia seconda Milano-Torino ma è andata così… Questa è stata la mia ultima corsa della stagione, è comunque bello finire con un risultato positivo“.

Foto LaPresse – Fabio Ferrari

Il finale ha visto così presentarsi sotto lo striscione in solitudine prima Pinot, seguito a 10″ da Miguel Angel Lopez e da 28″ da Valverde. Mattia Cattaneo, primo degli italiani, nonché unico rappresentante di una formazione Professional, La Androni-Sidermec, nella Top Ten, ha chiuso quarto a 36″. Un risultato non da poco anche in chiave Ciclismo Cup, dove la squadra di Gianni Savio non solo continua la sua corsa di testa, ma incrementa il vantaggio sulle inseguitrici. Rimanendo a “Casa Italia” buone prove anche per Domenico Pozzovivo, settimo a 41″, e per Fabio Aru, nono a 43″. Il sardo della UAE Emirates pur non mostrandosi particolarmente attivo nella fase finale è rimasto sempre a contatto dei migliori.

Mario Prato

Ordine d’Arrivo:

1 Pinot Thibaut Groupama – FDJ 4:43:36
2 López Miguel Ángel Astana Pro Team 0:10
3 Valverde Alejandro Movistar Team 0:28
4 Cattaneo Mattia Androni Giocattoli – Sidermec 0:36
5 Reichenbach Sébastien Groupama – FDJ 0:38
6 Kelderman Wilco Team Sunweb ,, ,,
7 Pozzovivo Domenico Bahrain Merida Pro Cycling Team 0:41
8 Fuglsang Jakob Astana Pro Team ,, ,,
9 Aru Fabio UAE-Team Emirates 0:43
10 Bernal Egan Team Sky 0:45
11 Carthy Hugh Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale ,, ,,
12 Formolo Davide BORA – hansgrohe 0:48
13 Majka Rafał BORA – hansgrohe 0:59
14 Yates Adam Mitchelton-Scott 1:02
15 Mollema Bauke Trek – Segafredo ,, ,,
16 Martin Dan UAE-Team Emirates 1:13
17 Wellens Tim Lotto Soudal 1:15
18 Hermans Ben Israel Cycling Academy ,, ,,
19 Barguil Warren Team Fortuneo – Samsic 1:27
20 Gaudu David Groupama – FDJ 1:38
21 Martínez Daniel Felipe Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale 1:41
22 Ciccone Giulio Bardiani – CSF 2:00
23 Tizza Marco Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini 2:25
24 Stetina Peter Trek – Segafredo 2:33
25 Polanc Jan UAE-Team Emirates 2:37
26 Díaz José Manuel Israel Cycling Academy ,, ,,
27 Zeits Andrey Astana Pro Team ,, ,,
28 Hamilton Chris Team Sunweb ,, ,,
29 Serry Pieter Quick-Step Floors 2:49
30 Eg Niklas Trek – Segafredo ,, ,,
31 Carboni Giovanni Bardiani – CSF 2:53
32 Lambrecht Bjorg Lotto Soudal 3:01
33 Sosa Iván Ramiro Androni Giocattoli – Sidermec ,, ,,
34 Nieve Mikel ,, ,,
35 De Marchi Alessandro BMC Racing Team 3:13
36 Velasco Simone Wilier Triestina – Selle Italia 3:16
37 Monfort Maxime Lotto Soudal 3:19
38 Flórez Miguel Eduardo Wilier Triestina – Selle Italia 3:23
39 Elissonde Kenny Team Sky 3:29
40 Delaplace Anthony Team Fortuneo – Samsic 3:35
41 Bou Joan Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini 3:37
42 Dombrowski Joe Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale 3:49
43 Teuns Dylan BMC Racing Team 4:03
44 Sánchez Luis León Astana Pro Team ,, ,,
45 Raggio Luca Wilier Triestina – Selle Italia ,, ,,
46 Hirt Jan Astana Pro Team 4:05
47 Anacona Winner Movistar Team 4:28
48 Costa Rui UAE-Team Emirates 4:30
49 Masnada Fausto Androni Giocattoli – Sidermec 4:29
50 Maison Jérémy Team Fortuneo – Samsic 4:38
51 Fernandes José Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale 4:45
52 Santaromita Ivan Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini 4:59
53 Schönberger Sebastian Wilier Triestina – Selle Italia 5:01
54 Honoré Mikkel Frølich Quick-Step Floors 5:03
55 Gonçalves José Team Katusha – Alpecin ,, ,,
56 Henao Sergio Team Sky 5:06
57 Spreafico Matteo Androni Giocattoli – Sidermec 5:08
58 Benoot Tiesj Lotto Soudal 5:58
59 Niv Guy Israel Cycling Academy 6:15
60 Senni Manuel Bardiani – CSF 6:24
61 Visconti Giovanni Bahrain Merida Pro Cycling Team 6:25
62 Izagirre Gorka Bahrain Merida Pro Cycling Team ,, ,,
63 Zakarin Ilnur Team Katusha – Alpecin ,, ,,
64 Špilak Simon Team Katusha – Alpecin 6:39
65 de la Cruz David Team Sky 7:09
66 Mas Enric Quick-Step Floors ,, ,,
67 Ovett Freddy BMC Racing Team 7:12
68 Soler Marc Movistar Team 8:48
69 Pedrero Antonio Movistar Team 8:50
70 Rosskopf Joey BMC Racing Team 9:35
71 Koshevoy Ilia Wilier Triestina – Selle Italia 9:41
72 Hindley Jai Team Sunweb 10:00
73 Moscon Gianni Team Sky ,, ,,
74 Savini Daniel Bardiani – CSF ,, ,,
75 Narváez Jhonatan Quick-Step Floors ,, ,,
76 Vendrame Andrea Androni Giocattoli – Sidermec ,, ,,
77 Carretero Héctor Movistar Team ,, ,,
78 Sutherland Rory UAE-Team Emirates ,, ,,
79 Wackermann Luca Bardiani – CSF ,, ,,
80 Henao Sebastián Team Sky ,, ,,
81 Kennaugh Peter BORA – hansgrohe ,, ,,
82 Rivera Kevin Androni Giocattoli – Sidermec ,, ,,
83 Lammertink Maurits Team Katusha – Alpecin ,, ,,
84 Zaccanti Filippo Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini ,, ,,
85 Gesbert Élie Team Fortuneo – Samsic ,, ,,
86 Quintana Dayer Movistar Team ,, ,,
87 Feillu Brice Team Fortuneo – Samsic ,, ,,
88 Smit Willie Team Katusha – Alpecin 11:22
89 Plaza Rubén Israel Cycling Academy 11:49
90 Ladagnous Matthieu Groupama – FDJ 15:45
91 Caruso Damiano BMC Racing Team ,, ,,
92 Rosa Diego Team Sky ,, ,,
93 Capecchi Eros Quick-Step Floors ,, ,,
94 Magnusson Kim Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale ,, ,,
95 Bagioli Andrea UAE-Team Emirates ,, ,,
96 Bonnamour Franck Team Fortuneo – Samsic ,, ,,
97 Didier Laurent Trek – Segafredo ,, ,,
98 Garosio Andrea Bahrain Merida Pro Cycling Team ,, ,,
99 Conci Nicola Trek – Segafredo ,, ,,
100 Shaw James Lotto Soudal ,, ,,
101 Storer Michael Team Sunweb ,, ,,
102 Goldstein Omer Israel Cycling Academy ,, ,,
103 Stalnov Nikita Astana Pro Team ,, ,,
104 Ganna Filippo UAE-Team Emirates ,, ,,
105 Vincent Léo Groupama – FDJ ,, ,,
106 Benedetti Cesare BORA – hansgrohe ,, ,,
107 Konrad Patrick BORA – hansgrohe ,, ,,
108 Orsini Umberto Bardiani – CSF 16:13
109 Evans Alexander BMC Racing Team 16:23

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here