L’AZZURRO ANDREA PICCOLO VINCE IL GRAN PREMIO NAZIONALE F.W.R. BARON-PROGETTO GIOVANI 2018

da sinistra, il CT degli Juniores Rino De Candido, Andrea Piccolo, Patrizio Lussana e Rino Baron

L’AZZURRO ANDREA PICCOLO, MEDAGLIA DI BRONZO AI MONDIALI DELLA CRONOMETRO, IL VINCITORE DEL GRAN PREMIO NAZIONALE F.W.R. BARON-PROGETTO GIOVANI 2018

L’azzurro milanese Andrea Piccolo, portacolori del team LVF, è il vincitore dell’edizione 2018 del Gran Premio Nazionale F.W.R. Baron-Progetto Giovani, il prestigioso riconoscimento destinato ai corridori della categoria Juniores e voluto dalla famiglia di Rino Baron. L’atleta guidato da Paolo Valoti, al primo anno nella categoria (ha 17 anni), ha totalizzato complessivamente 350 punti precedendo di 124 lunghezze il toscano della Work Service Romagnano, Gabriele Benedetti (226) e di 140 il veronese della Autozai Contri Omap, Mattia Petrucci (210).

Un terzetto di grande prestigio della nazionale italiana che nei giorni scorsi è stato impegnato a Innsbruck (Austria) nei Mondiali a cronometro e in linea della categoria. A rendere ancora più orgoglioso patron Rino Baron è stato il punteggio da primato assoluto conseguito da Piccolo poiché nessuno prima di lui, dal 2013 ad oggi, lo aveva ottenuto così alto. Come è noto nel 2013 ad affermarsi nel Progetto Giovani fu Simone Velasco (Work Service Brenta – 154 punti), nel 2014 Edoardo Affini (Contri Autozai – 227), nel 2015 Daniel Savini (Romagnano Guerciotti – 179), nel 2016 Samuele Battistella (Vc Breganze Cyberteam – 238) e nel 2017 Fabio Mazzucco (Borgo Molino Rinascita Ormelle – 242). L’ultima gara in calendario, ma ininfluente ai fini della classifica finale generale per i primi tre posti, il Campionato Italiano a cronosquadre di Treviglio (Bergamo).

Piccolo, che è campione italiano della crono, fino ad ora ha totalizzato 13 vittorie (6 secondi e 4 terzi posti) e ai Mondiali ha conquistato la medaglia di bronzo nella gara contro il tempo; mentre in quella in linea iridata fu vittima di una caduta patita nel momento cruciale della gara. Nella stessa prova da rilevare il 6° posto di Gabriele Benedetti (Work Service Romagnano), il 9° di Antonio Tiberi (Franco Ballerini) e il 21° di Marco Frigo (Danieli 1914).

Il vincitore del Trofeo F.W.R. Baron riceverà la bici da corsa strada di Ronny Baron; il secondo il Trofeo Sunglass e il terzo il Trofeo Arcasa Sulle Ali del Pulito

“Ho assistito anche alla grande crono mondiale disputata da Piccolo – ha detto Rino Baron – e per me è stato un onore. Ottima è stata anche la prova offerta dagli azzurri nella gara in linea e peccato per la caduta di Piccolo, Frigo e Rubino che ha compromesso la possibilità di puntare alla medaglia. Bisognerà fare un forte applauso allo strepitoso atleta belga Remco Evenepoel che ha fatto sua sia la cronometro che la gara in linea. Ha dimostrato di essere imbattibile e il migliore al mondo. E pensare che lui era il capitano della nazionale belga di calcio Under 17. Che bravo ha scelto lo sport migliore, il ciclismo”. “Per il nostro Progetto Giovani Juniores – ha concluso Rino Baron – manca solo la prova dei tricolori cronosquadre che ai fini dei primi tre posti in classifica non avrà alcuna influenza”.

La cerimonia delle premiazioni del Gran Premio Nazionale F.W.R. Baron – Progetto Giovani 2018, che può essere definito il SuperPrestige della categoria, è stata programmata per domenica 28 ottobre nell’Hotel Rometta di Cittadella grazie alla disponibilità della famiglia Zanon, grande amica del ciclismo, Insieme a Piccolo, Benedetti e Petrucci saranno premiati i loro direttori sportivi: Paolo Valoti (LVF), Matteo Berti (Work) e Mauro Bissoli (Contri). Riceveranno i Trofei T85 Turismo Ottantacinque Business Travel e Vacanze; Impresa Sansiro Milano e Publinova.

Francesco Coppola

Baron con il Campione del Mondo Evenepoel

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here