COLPO DA FINISSEUR DI BAUKE MOLLEMA, SUO IL GRAN PREMIO BRUNO BEGHELLI

(foto Bettini)

COLPO DA FINISSEUR DI BAUKE MOLLEMA, SUO IL GRAN PREMIO BRUNO BEGHELLI

Ad Elisa Balsamo la gara femminile

 

Ancora un arrivo in solitaria sul traguardo del Gran Premio Bruno Beghelli a Monteveglio Valsamoggia (Bologna): a vincere la gara organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia di patron Adriano Amici è stato l’olandese Bauke Mollema (Trek Segafredo), che ha anticipato il gruppo (proprio come fece un anno fa lo spagnolo Luis Leon Sanchez) con uno scatto a due chilometri e mezzo dal traguardo. A completare il podio lo spagnolo Carlos Barbero (Movistar Team), che ha vinto la volata del gruppo, e il romagnolo Manuel Belletti (Androni Sidermec).

Una grande giornata di ciclismo nella quale la principale fuga di giornata nasce dopo una quindicina di chilometri e comprende nove corridori: Luis Mas (Caja Rural), Alexandr Kulikovskiy (Gazpro Rusvelo), Ben Hermans (Israel Cycling Academy), Enrico Salvador (Biesse Gavardo Carrera), Fabio Mazzucco (Naz. Italia), Luca Raggio (Wilier Triestina Selle Italia), Marco Bernardinetti (Amore & Vita – Prodir), Emil Dima (MS Tina – Focus) e Dario Puccioni (Sangemini MG K Vis). Accumulano un margine che tocca il suo culmine al chilometro 97, pari a 4’57”. Ad una cinquantina di chilometri dal traguardo restano in quattro al comando: Hermans, Mazzucco, Bonet, Mas e Puccioni, mentre dal gruppo esce al loro inseguimento una coppia dell’Astana, ovvero Miguel Angel Lopez e Andrey Grivko. Poi l’attacco solitario di Hermans, ma il gruppo inizia a rimontare sempre più rapidamente. Il belga viene ripreso a 22 chilometri dal traguardo, lungo la penultima ascesa dello Zappolino. Ma è in discesa che si spezza il gruppo e davanti restano in otto: Matteo Trentin (Mitchelton Scott), Tom Skujins (Trek Segafredo), Egan Bernal (Team Sky), Davide Ballerini, Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli Sidermec), Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale), Steven Kruijswijk (Lotto NL Jumbo) e proprio Mollema. All’ultimo passaggio sullo Zappolino il gruppo si riporta sotto, ma davanti scatta Trentin, al quale rispondono Skujins, Mollema e Kruijswijk. In discesa si forma un plotoncino di dodici atleti, fra cui l’olandese della Trek Segafredo, che scatta a poco meno di tre chilometri dal traguardo e guadagna trecento metri. Quanto basta per resistere al ritorno del gruppo, nel frattempo tornato compatto, e festeggiare il successo in solitaria. Ordine d’Arrivo

Ad anticipare la gara maschile era stato il Gran Premio Bruno Beghelli per Donne Elite, andato alla piemontese Elisa Balsamo (Valcar PBM). In volata ha superato, con una rimonta concretizzata negli ultimissimi metri, la campionessa europea Marta Bastianelli (Alè Cipollini), vincitrice l’anno scorso di questa stessa gara, e l’olandese Lorena Wiebes (Parkhotel Valkenburg). La prova, anch’essa con partenza dallo stabilimento Beghelli, si è conclusa dopo 79,8 km di gara. Da segnalare l’attacco nel finale (sulla salita dello Zappolino) di Sofia Bertizzolo, ripresa a circa tre chilometri dal traguardo. Ordine d’Arrivo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here