MASTROMARCO SENSI NIBALI: L’AVVENTURA ROSA HA INIZIO

MASTROMARCO SENSI NIBALI: L’AVVENTURA ROSA HA INIZIO
Con il prologo di Forlì per i “giovani squali” scatta il Giro d’Italia under 23.

Tra gli ultimi preparativi della vigilia e un clima di emozioni crescenti il team Mastromarco Sensi Nibali si appresta a prendere il via del Giro d’Italia under 23 che scatta domani, giovedì 7 giugno, dalla Romagna con un crono-prologo di 4.4 km nel cuore del centro di Forlì.

“Siamo pronti, ora è finalmente giunto il momento di cercare di mettere a frutto tutto il grande lavoro fatto nella prima parte della stagione per centrare l’obiettivo di essere qui, al via di questo Giro. Un evento che setiamo molto e che per importanza e prestigio rappresenta uno dei grandi traguardi stagionali. L’obiettivo è di fare bene, vivendo la corsa giorno per giorno e cercando di dare il massimo su ogni traguardo, tappa dopo tappa. Affrontiamo questo Giro sulla base dell’esperienza fatta nell’edizione passata. Sappiamo che sarà una corsa dura sia a livello di percorso che di avversari, probabilmente ancora più dura del 2017. Questo deve servire da stimolo affinchè ognuno di noi, corridori e staff tiri fuori il meglio di se” spiega il direttore sportivo Gabriele Balducci, affiancato in ammiraglia dall’altro giovane disse Alberto Ancillotti.

Parte il Giro, 10 giorni di gara, dal 7 al 16 giugno. Da Forlì al muro di Ca’del Poggio nella marca trevigiana; dal Lambrusco al Prosecco…dalla Romagna al Veneto, passando anche per Lombardia e Trentino, tutte terre di grande ciclismo. Crono, volate, grandi salite e spazio per le fughe, si annunia un Giro spettacolare.

“Il prologo iniziale è adatto agli spcilisti, noi in squadra abbiamo il campione italiano della crono Paolo Baccio (sopra nella foto) e cercheremo di partire bene. Poi nella prima tappa, Riccione-Forlì, dovrebbe esserci una volata nella quale possiamo contare su uomini veloci come Mirco Sartori e Tommaso Fiaschi che mi aspetto trovino motivazioni importanti da questo Giro. Ma già con la seconda tappa, con l’arrivo in salita di Sestola si inizierà a fare sul serio. E’ una tappa dura ma non durissima, spero di poter contare sul Michele Corradini (a lato nella foto) visto in queste ultime settimane a lottare lì davanti coni più forti. Poi a seguire di salite vere ce ne saranno davvero tante, soprattutto nella parte finale del Giro. Auspico che su questo terreno Luca Covili e Giuseppe La Terra riescano a mettersi in evidenza. Comunque abbiamo corridori capci di esprimersi bene su tutti i fronti. Gli uomini che schieriamo arrivano tutti dal training camp fatto in altura al passo San Pellegrino dove abbiamo lavorato molto bene. Inoltre le ultime due gare disputate, Pistoia-Fiorano e S.Giovanni Valdarno, mi hanno dato segnali incoraggianti da parte di tutto il nostro gruppo” conclude il diesse Balducci.

Il Giro d’Italia Under23 sarà visibile ogni giorno in differita su Ciclismo.SportGo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here