CAMPIONATO ITALIANO E COPPA ITALIA IN VAL CASIES. SSV PICHL/GSIES FISSA IL TRACCIATO DEFINITIVO

CAMPIONATO ITALIANO E
COPPA ITALIA IN VAL CASIES
SSV PICHL/GSIES FISSA
IL TRACCIATO DEFINITIVO

Il 23 giugno in Val Casies (BZ) Campionato Italiano Team Relay di MTB
Coppa Italia il 24 giugno per le categorie esordienti ed allievi
Ampi lavori di ripristino da parte di SSV Pichl/Gsies

Il 23 giugno la Val Casies (BZ) ospiterà in località Colle il Campionato Italiano Team Relay di mountain bike, mentre il 24 giugno la vallata altoatesina accoglierà le sfide di Coppa Italia per le categorie esordienti ed allievi.

Un menù succulento e tutto da vivere sulle ruote grasse, con gli “chef” del comitato organizzatore SSV Pichl/Gsies ad aver già predisposto il percorso definitivo che animerà le contese in MTB. E non si tratterà della variante percorsa lo scorso anno in occasione dei Campionati Italiani Giovanili, bensì di quello che caratterizzò la Coppa Italia 2016, solamente con qualche piccolo cambiamento.

Tra i punti salienti vi saranno 300 metri di single track a rendere il percorso ancora più tecnico ed avvincente, togliendo tuttavia una discesa su prato con successiva salita su strada forestale, levando così la parte meno faticosa dell’intero percorso.

Una sfida per “veri duri” nonostante la giovane età dei concorrenti, con il “debutto” in ambito nazionale del nuovo tratto situato nel bacino del fiume, ricostruito dalla società organizzatrice dopo l’alluvione dell’agosto 2017, assieme ad un ponte che lo attraversa. L’itinerario di gara di Coppa Italia e per le categorie giovanili del Campionato Team Relay avrà dunque una lunghezza di 3 km ed un dislivello di 150 metri, mentre le categorie master ad agonisti del Campionato Italiano Team Relay 2018 affronteranno una variante più lunga con 4 km di lunghezza e 170 metri di dislivello.

Il percorso è rimasto ‘in letargo’ durante il lungo inverno, ed ora è stato rispolverato e rimesso a lucido dalla SSV Pichl/Gsies, garanzia di competenza organizzativa con molti lavori d’intervento per “restaurare” alcuni tratti deteriorati e sconnessi nel corso degli anni, con addirittura due nuovi ponti realizzati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here