TROFEO LEDO TEMPESTINI: DOPPIO PODIO PER LA MASTROMARCO SENSI NIBALI

TROFEO LEDO TEMPESTINI: DOPPIO PODIO PER LA MASTROMARCO SENSI NIBALI
A La California Michele Corradini è secondo e Giuseppe La Terra terzo.

La Mastromarco Sensi Nibali è stata protagonista della corsa ed è salita sul podio nel 17° Trofeo Ledo Tempestini, a Marina di Bibbona (Livorno), appuntamento del caledario regionale toscano Under23. Sul circuito de La California i “giovani squali” del presidente Carlo Franceschi si sono resi autori di un’ottima prestazione di squadra alla quale però è mancata la vittoria per completare nel giusto modo la giornata.

E’ stata una gara corsa alla grande dai corridori della Mastromarco Sensi Nibali. Prima con una bellissima azione a tre con Paolo Baccio, Davide Masi e Federico Rosati all’attacco con praticamente tutto il gruppo dietro a tirare e inseguire per chiudere su questo terzetto che faceva davvero paura agli avversari.

Esaurito questo tentativo se ne forma un altro, questa volta di otto corridori, quelli che si sono poi giocati la vittoria, e la Mastromarco Sensi Nibali sempre presente con l’umbro Michele Corradini e il siciliano Giuseppe La Terra. Nello sprint però è mancato qualcosa con Corradini e La Terra che si sono dovuti “accontentare” rispettivamente del secondo e del terzo posto alle spalle del vincitore Davide Leone (Porto Sant’Elpidio). Per La Terra, siciliano classe 1997 di Vittoria, si tratta del primo podio in carriera nella categoria under23. Per Corradini, in cerca del primo centro stagionale, è un podio che dimostra il suo ottimo stato di forma.

“Le corse si vincono e si perdono. Oggi però potevamo e dovevamo vincere, abbiamo sprecato una grossa occasione. Piazzare due corridori sul podio è un buon risultato, però allo stesso tempo perdere così dispiace molto anche perché avevamo fatto tutto bene, ma proprio nel finale, nel momento decisivo, è mancato l’ultimo sforzo. Spero che da questo i ragazzi traggano una lezione importante per crescere. Faccio i miei complimenti in particolare a Baccio, Masi e Rosati autori di una grandissima azione di cuore e gambe. Tutta la squadra ha fatto un bel lavoro, resta il rimpianto per il finale. Comunque ripartiamo da quato di buono fatto e andiamo avanti verso i prossimi traguardi. Concludo augurando buona fortuna e buon lavoro al nostro Luca Covili che da domani sarà impegnato con la nazionale italiana mista prof/under23 al Tour of the Alps, contro alcuni dei più forti corridori del mondo”
spiega il direttore sportivo Gabriele Balducci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here