A SAN LEOLINO IL PRIMO PODIO DA UNDER 23 DI FEDERICO ROSATI, TERZO.

Federico Rosati

A SAN LEOLINO IL PRIMO PODIO DA UNDER 23 DI FEDERICO ROSATI, TERZO.
Corsa generosa e tutta d’attacco per il giovane squalo della Mastromarco Sensi Nibali.

Ancora sul podio, ancora protagonisti. Prosegue bene la stagione della Mastromarco Sensi Nibali. Oggi a Bucine (Arezzo) nel 5° Trofeo San Leolino, Federico Rosati, al termine di una prova generosa e coraggiosa, che lo ha visto molto attivo tra gli attacanti di giornata, ha ottenuto il terzo posto. Per il giovane corridore umbro di Marsciano (Perugia), classe 1998 alsecondo anno in maglia Mastromarco Sensi Nibali, si tratta del primo podio in carriera da under 23.

Corsa dura di km 130, caratterizzata da quattro tratti di sterrato e l’arrivo in salita. Nella prima fuga importante di giornata la Mastromarco Sensi Nibali era presente con il bravissimo Luca Covili, frseco dell’esperienza in maglia azzurra con i prof al Tour of the Alps. Il gruppo però non ha lasciato troppo spazio; esaurito questo tentativo a circa 40 km dall’arrivo mentre si affrontava uno dei tratti di sterrato è nato un nuovo attacco con dentro i coridori che si sono poi giocati la vittoria, tra i quali appunto Federico Rosati.

La vittoria è andta a Jalel Duranti (Hopplà) che ha preceduto Andea Innocenti (Maltinti) e Federico Rosati (Mastromarco Sensi Nibali).
“Rosati ha fatto una bella prova confermandosi un dei migliori della nostra formazione. Del resto è da inizio stagione che questo ragazzo sta andando molto forte, sia mettendosi al servizio della squadra che ritagliandosi i suoi spazi quando possibile. Quella di oggi era una gara tosta. Nel finale Rosati ha giocato le sue carte cercando di anticipare gli avversari con un attacco a circa 5 km dall’arrivo. Duranti e Innocenti però non hanno mollato e sulla salita finale che portava all’arrivo lo hanno rimontato e saltato a poche centinaia di metri dal traguardo. Comunque Rosati merita un applauso er quello che ha fatto vedere. Da questo risultato deve trarre fiducia e morale per continuare a lavorare e crescere ancora. Peccato perché anche oggi abbiamo avuto sfortuna con Baccio, Corradini e Fiaschi tagliati fuori dai giochi per delle forature nei momenti delicati della corsa e La Terra messo ko da una caduta” spiega il direttore sportivo Alberto Ancillotti al seguito della corsa in ammiraglia.

L’altra corsa di questo 25 aprile in cui la Mastromarco Sensi Nibali era impeganta, era la 67a Coppa Ardigò a Pessina Cremonese, vinta dal danese Iversen (General Store) con Filippo Magli che si è piazzato al decimo posto.

Ora il prossimo importante appuntamento per la formazione under 23 del presidente Carlo Franceschi è la “Toscana Terra di Ciclismo-Eroica” corsa a tappe in programma dal 28 aprile al 1 maggio. Tre tappe tra le province di Grosseto, Arezzo e Siena. “Siamo molto felici quest’anno di poter essere al via di questa gara che si annuncia spettacolare ma anche molto impegnativa. Le asperità di certo non mancano, tra l’arrivo ai 1600 metri del Monte Amiata e i tratti in sterrato in stile Eroica qui si fa sul serio. Anche il campo partenti è di quelli di alto livello. L’obiettivo è dare il massimo e cercare di fare bene. Per i nostri corridori sarà un altro test importante anche in ottica Giro d’Italia under 23” dice il diesse Gabriele Balducci.

28/04-1/05 Toscana Terra di Ciclismo-Eroica
Coridori: Paolo Baccio, Michele Corradini, Luca Covili, Tommaso Fiaschi, Giuseppe La Terra, Federico Rosati.
D.s: Gabriele Balducci e Alberto Ancillotti

Le Tappe
28/4 I tappa: Paganico (Civitella Paganico (GR) – Cinigiano (GR) Km 146,
partenza ore 12:00;
30/4 II seconda tappa: Radicofani (SI) – Abbadia S. Salvatore (Vetta Monte Amiata) (SI) Km 156, partenza ore 12:00;
1/5 III tappa: Marciano della Chiana (AR) – Buonconvento (SI) Km 163,
partenza ore 11:30.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here