Mark Padun, dalle bombe di Donetsk al Giro del Friuli

Mark Padun (Palazzago) vince a Prato di Resia© Riccardo Scanferla

Mark Padun vince per distacco la terza e ultima tappa del Giro Internazionale a tappe del Friuli Venezia Giulia, la Palmanova – Prato di Resia di 168 km. L’ucraino,  neo acquisto della squadra diretta da Olivano Locatelli e Salvatore Commesso, è partito in fuga assieme a sei “colleghi” dopo pochi chilometri di gara e quando mancava solo un chilometro all’arrivo ha staccato tutti vincendo la frazione per distacco.

Mark Padun, classe 1996, e’ arrivato a Palazzago a luglio subito dopo i campionati nazionali. Terzo nel campionato nazionale a cronometro under23 alle spalle di Marlen Zmorka, ha vinto una gara a tappe in Polonia e, recentemente, ha corso il Tour de L’Avenir dove ha ben figurato con la maglia della nazionale Ucraina.

Una storia particolare simile a quella di Marlen Zmorka, anche per Mark Padun che è nato, cresciuto e vive tuttora a Donetsk, la città della Crimea che da un anno subisce i bombardamenti da parte delle milizie russe. Città divisa, città di confine e frontiera dove più che uscire in bicicletta bisogna prima salvare la vita. Ed è per questo che il Team Palazzago nel proprio piccolo permette ad atleti come Padun e Zmorka di continuare a vivere sulla bicicletta e a coltivare il proprio grande sogno, quello dello sport.

Questo slideshow richiede JavaScript.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here