Gianluca Milani! En-plein tricolore per la Zalf!

Arrivo

A Cesa il 24enne di Castelfranco Veneto si laurea campione italiano elitè s.c.; Nicola Toffali 2° e Nicolò Rocchi 4°

La 40^ vittoria della Zalf Euromobil Désirée Fior è colorata dalle tinte della bandiera italiana: a conquistarla, sul traguardo del Campionato Italiano Elitè S.C. andato in scena quest’oggi a Cesa (Ar) è stato Gianluca Milani. Quasi un premio alla carriera, di certo una maglia conquistata con orgoglio e tenacia: il 24enne di Castelfranco Veneto (Tv) veste il tricolore e regala alla formazione di patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior il secondo titolo nazionale del 2015 dopo quello conquistato nel mese di giugno, tra gli under 23, da Gianni Moscon. Un successo meritato, costruito giorno dopo giorno con umiltà e voglia di mettersi in gioco, arrivato forse nella maniera più inattesa quasi come fosse un certificato di qualità per il ragazzo che veste i colori della Zalf Euromobil Désirée Fior per il sesto anno consecutivo.

“Questa vittoria è tutta per la squadra, per i direttori sportivi, per lo staff e per i miei compagni: loro mi hanno dato fiducia, mi sono stati vicini in tutti questi anni e mi hanno trasmesso le motivazioni per andare avanti anche quando i malanni fisici e la sfortuna mi hanno rallentato” ha commentato dopo il traguardo un raggiante Gianluca Milani.

Una gara impegnativa quella che ha messo alla prova gli 85 elitè italiani che si erano presentati ai nastri di partenza in Valdarno: con la più classica delle selezioni da dietro a sfoltire il gruppo dei pretendenti al tricolore. A dieci chilometri dal traguardo, sull’ultima ascesa di giornata, la svolta decisiva: ad involarsi, grazie ad una poderosa progressione, sono Gianluca Milani e Federico Borella (Palazzago). I due viaggiano di comune accordo ma a spezzare l’equilibrio è il rientro, in testa alla corsa, di Nicola Toffali proprio in corrispondenza del triangolo rosso dell’ultimo chilometro.

Il veronese fa pendere l’ago della bilancia dalla parte del team trevigiano e spalanca le porte al meritato successo di Milani che allo sprint festeggia davanti al compagno di squadra mettendo così a segno una clamorosa doppietta. Quarto posto, invece, per Nicolò Rocchi.

“Sono andato all’attacco sin dai primi chilometri” ha spiegato Milani “Nel finale non volevo scattare sull’ultima salita perchè sapevo che poi c’erano 10 chilometri pianeggianti con il vento laterale per raggiungere il traguardo. In salita si è creato un buco e io ho accelerato, poi con Borella siamo andati di comune accordo e quando è rientrato Toffali ho capito che potevo giocarmi il tutto per tutto in volata. Sono felice di questo successo, non vedo l’ora di vestire questa maglia per onorarla al meglio almeno fino a fine stagione”.

Entusiasta del risultato al campionato italiano anche il team manager Luciano Rui“Se oggi ci fossero state in palio due maglie tricolori se le sarebbero meritate Milani e Toffali: sono felicissimo perchè con questo risultato si completa la carriera di un ragazzo d’oro, un uomo che ha fatto dello spirito di squadra il proprio stile, una colonna portante della nostra formazione. Milani campione d’Italia, con Toffali e Rocchi subito dietro: prima del via non avremmo potuto sperare in un risultato migliore”

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here